Folding@Home vs Coronavirus

Folding@Home vs Coronavirus

NVIDIA HA CHIESTO A TUTTI AI GIOCATORI DI COMBATTERE IL CORONAVIRUS CON IL LORO PC

Folding@home può essere utilizzato da tutti per aiutare la scienza

Nvidia ha chiesto ai giocatori, di utilizzare i loro potenti PC da gaming per aiutare a combattere l’epidemia del coronavirus, donando una parte di clock inutilizzata della propria GPU per migliorare la conoscenza del COVID-19.

Utilizzando il software Folding@home, i gamer, o chiunque abbia un computer che voglia dare una mano, possono donare una parte di clock delle loro potenti schede grafiche a una rete di PC collegata a livello globale, in modo da creare sostanzialmente un enorme supercomputer internazionale.

NVIDIA CORONAVIRUS

Nvidia ha quindi fornito il proprio sostegno a tali sforzi. “Giocatori PC, mettiamo al lavoro quelle GPU”, ha detto. 

Le persone non dovrebbero preoccuparsi troppo del software di Folding @ home che influisce sulle prestazioni del loro sistema. Il software può essere personalizzato per utilizzare una specifica quantità di energia, o solo per funzionare quando il sistema è inattivo.

COME POSSONO ESSERE UTILI I PC DA GAMING CONTRO IL CORONAVIRUS

#iorestoacasa non è l’unico modo per fronteggiare l’emergenza Coronavirus. Infatti potete mettere a disposizione la potenza del vostro PC per lo studio e la ricerca di cure contro il Coronavirus, che sta condizionando la vita degli italiani e del mondo intero. Tutto quello che dovete fare è scaricare Folding@home, un software che consente a milioni di PC di unire le forze, mettendo a disposizione le risorse di calcolo per velocizzare lo studio di malattie e sviluppare nuove terapie.

La maggior parte dei PC da gaming sono dotati di schede video potenti, in grado di elaborare un enorme quantità di dati utili in questo tipi di progetti. I giocatori che vorranno unirsi possono utilizzare il software quando il loro PC non viene utilizzato, rimanendo comunque accesso. Inoltre è possibile mettere in pausa il software durante le loro sessioni di gioco, quindi non ha alcun impatto sulle prestazioni. Folding@home è un progetto che utilizza il calcolo distribuito per simulare e studiare diversi fenomeni e ora sta mettendo la sua forza per “simulare bersagli proteici potenzialmente drogabili da SARS-CoV-2, il virus che causa il COVID-19, e il relativo virus SARS-CoV “.

Vai sul sito e scarica Folding@home.

Lascia un commento